Mia figlia ieri sera, commentando una vicenda che sta accadendo a Chiaravalle, mi ha chiesto se non mi sentissi avvilito

In questi giorni vi ho pensato spesso.L'immagine può contenere: 1 persona, con sorriso, barba e primo piano
Ieri sera, guardando le foto appese al muro del circolo ARCI Molinelli (vi sono tante foto dei carri di carnevale realizzati negli anni), mi sono ricordato di un signore della pro-loco che qualche mese fa mi ha domandato con tono burbero che ne sai tu del lavoro che facciamo noi dalle feste ai carri ? Avrei dovuto portarlo al circolo! Lavoravamo tutto l’inverno ed è stato lì che, con le mani gelate, ho imparato a saldare.
E mi sono detto che ho qualcosa da scrivervi.
Il mio essere antifascista viene da lontano, non solo da mio padre che fu arrestato la prima volta diciannovenne nel 1926. Mio padre è stato condannato dal tribunale speciale, ha subito anni di carcere e di confino. Poi è stato artefice della resistenza anconetana e volontario del Corpo di Liberazione Nazionale. Il mio essere antifascista viene anche da mia madre. Quando per lunghi venti anni i fascisti entravano spadroneggiando nella loro abitazione c’era lei a fronteggiare la situazione; poi sono venuti le visite in carcere e al confino, i lunghi tragitti durante la resistenza per incontrare il marito. Mia madre nascondeva il materiale sovversivo addosso e girava per l’ltalia; ha partecipato alla manifestazione delle donne nel marzo 43. Era lei che provvedeva, anche economicamente, alla famiglia! Mia madre ci raccontava di quando, incinta di mio fratello, non poteva dire che aveva incontrato il marito perché era in clandestinità. Lei era fiera e battagliera, aveva un grande senso di appartenenza!     Mia madre è stata una straordinaria protagonista dell’antifascismo.
Mia figlia ieri sera, commentando una vicenda che sta accadendo a Chiaravalle, mi ha chiesto se non mi sentissi avvilito. Le ho ricordato due episodi che mi fanno voler bene ai chiaravallesi:
-alle elezioni regionali del 2005, con buona parte del locale quadro dirigente politico contrario alla mia candidatura, ho ottenuto 897 preferenze. Una cifra altissima, mai raggiunta da altri; complessivamente, in tutta la provincia, sono state 4971 ed è per questo che sono stato candidato al Parlamento;
- l’altro riguarda la mia candidatura a Sindaco con la Sinistra Arcobaleno nel 2008. Quello stesso giorno si votava per il rinnovo del parlamento e per le amministrative: per il parlamento la lista ha ottenuto il 6,2%, per le comunali il 23,8%.
I chiaravallesi mi conoscono, io ho grande fiducia in loro, e le menzogne fanno fare pessima figura a chi le dice.>>

I commenti sono chiusi